Per conoscere la Toscana nella sua interezza, nei suoi luoghi, sapori, odori, colori, bisogna spingersi nei luoghi più «remoti» e lontani dal sapere comune. Bisogna addentrarsi nei piccoli borghetti caratteristici, confrontarsi con le persone del luogo per carpire appieno l’essenza del territorio toscano. Importante tappa d’obbligo è quindi un ristorante, il Malborghetto, situato nel piccolo borgo medievale di Lecchi in Chianti, nel Comune di Gaiole.

 

Aperto dallo Chef Simone Muricci nel San Valentino del 1999 dopo un attento restauro del granaio dell’adiacente Chiesa di San Martino, conserva tutt’oggi le antiche caratteristiche architettoniche e un bellissimo olivo secolare che da il benvenuto.

 

Il nome del Ristorante affonda le sue radici nell’epoca del Rinascimento durante il quale si usava il termine «Malborghetto» per indicare gli avamposti di confine in cui venivano inviati i malfattori e gli oppositori politici troppo illustri per poter «esser fatti fuori» direttamente. Ma ai nostri giorni il Malborghetto non ha più l’accezione di un tempo, è bensì un antico luogo in cui si viene sempre accolti con il sorriso, in cui si mescolano tradizione, convivialità e qualità, il tutto racchiuso in una «gustosa» atmosfera intima e familiare •

 


«Mangiare, è incorporare un territorio» (Jean Brunhes) quindi in tutti i soggiorni toscani non può di certo mancare l’assaggio della «ciccia». Che sia la famosa Fiorentina, la tagliata di manzo, l’agnello o il sugo toscano, al Malborghetto troverete soltanto la carne migliore.

 

Le verdure di stagione coltivate nel nostro orto, senza uso di pesticidi, ci permettono di rispettare e soddisfare le esigenze dei vegetariani e dei palati più fini. Le ricette tradizionali, quelle vere, tramandate dalla nonna da generazioni, consentono la realizzazione di pietanze uniche nel loro gusto e nella loro semplicità esaltando sapori dimenticati da tempo.

 

Non possono assolutamente mancare nel menù i piatti a base di tartufo, il baccalà, la pappa al pomodoro, le bruschette, i gustosi dolci. Il tutto cucinato al meglio con gli ingredienti migliori. Piatti realizzati con mani amorevoli , sapienti e grande cuore affinché il «piacere del momento» rimanga un ricordo che dura nel tempo, un po' come un «pezzo di Chianti» portato via con sè •

 


Non è possibile comprendere appieno ciò che si mangia se non lo si vede cucinare. Al Malborgetto abbiamo l’opportunità di essere affiancati e guidati dallo chef Simone Muricci nella realizzazione di un menù toscano completo, dall’antipasto fino al dolce.

 

L’esperienza culinaria - della durata di circa 3 ore - permette agli ospiti di imparare a realizzare piatti toscani classici per poi degustarli nell’intima saletta interna o nel bellissimo giardino, il tutto accompagnato da una selezione di immancabili vini del Chianti Classico.

Sveglia alle 8 e in cucina! Pronti per iniziare la giornata all’insegna di sapori e odori della tradizione. Un’ indimenticabile avventura da regalarsi e regalare ad amici e parenti per condividere momenti divertenti, perché... «in cucina tutto è più buono se cucinato con amore e allegria»!

 

Nel corso della mattina verrà eseguito un menù completo a scelta tra il «Menù della Nonna» e il «Menù Tartufo», che comprendono la preparazione di un antipasto, una pasta fresca con il suo sugo, un secondo e un dessert •

«MENU DELLA NONNA»

👫 Da 2 a 6 persone

🛒100€ a partecipante

 Inizio ore 9:30

Durata circa 3h

«MENU TARTUFO»

👫 Da 2 a 6 persone

🛒130€ a partecipante

 Inizio ore 9:30

Durata circa 3h

DA SAPERE

 Ingredienti: secondo stagione

 Personalizzazione: su richiesta

Partecipanti: min.2 max 6

Nel prezzo: corso, pranzo e bevande


Iscriviti

Note: Please fill out the fields marked with an asterisk.